Piercarlo Gatti

 

Gatti Piercarlo nasce a Gambolò (PV) il 28.02.1957. Inizia a studiare pianoforte fin dagli anni della scuola materna. Nel 1968 la sua famiglia, per motivi di lavoro, si trasferisce a Breno (BS) in Valle Camonica dove prosegue gli studi musicali sotto la guida del M° Antonio Puritani.
Nel 1971 si iscrive all’Istituto Magistrale di Breno e contemporaneamente frequenta il corso di pianoforte presso l’Accademia Tadini di Lovere (BG) tenuto dallo stesso M° Puritani. Segue anche per tutta la durata degli studi magistrali il corso facoltativo di strumento musicale tenuto dal M° Giacomo Puritani. In questi anni ricopre l’incarico di organista presso la parrocchia di Breno e suona pianoforte e tastiere sia come solista sia in formazioni strumentali di vario genere, in particolare con L’Orchestra Stabile delle Terme di Boario.
Nel 1973 Don Battista Barbieri gli affida il Coro Parrocchiale di Niardo che guiderà fino al 1975, con cui ha la possibilità di cimentarsi per la prima volta con i problemi della direzione.
Nel 1975 inizia a collaborare con Radio Valle Camonica dove cura un programma settimanale dedicato alla musica classica e operistica. Nello stesso anno consegue la maturità magistrale e intraprende l’attività di insegnante di Educazione Musicale nella scuola media.
Nel 1976 supera, come candidato privatista, gli esami di compimento inferiore di pianoforte, armonia e storia della musica presso il conservatorio G. Donizzetti di Bergamo. A questo punto lascia gli studi musicali per dedicarsi a tempo pieno all’attività radiofonica. Dopo la pausa per il servizio militare, nel marzo del 1978 è a Radio Adamello dove svolge mansioni direttive e si occupa in particolare della struttura del palinsesto.
Nell’anno scolastico 1978/79 riprende ad insegnare nella Scuola Media e contemporaneamente tiene corsi di Ed. Musicale nelle Scuole Elementari di Breno e Bienno.
Operata definitivamente la scelta nei confronti dell’insegnamento, ritorna anche alla direzione corale quando nel 1979 Mons. Vittorio Bonomelli arciprete di Breno gli offre l’incarico, che ricopre tutt’oggi, di direttore della Schola Cantorum “Don Pietro Laini”. Riprende gli studi musicali dedicandosi a Canto Corale e frequenta contemporaneamente numerosi corsi di aggiornamento sui metodi e sulle tematiche legati all'Ed. Musicale, tenuti da specialisti quali Del Frati, Stefani, Porena, Della Casa e altri.
Nel 1980 avviene l’incontro con il coro “Voci dalla Rocca” di Breno di cui è tuttora il direttore e con il quale ha svolto e svolge un’intensa attività concertistica. Questo ulteriore impegno all’interno del mondo corale, lo spinge sempre più ad occuparsi dei problemi legati alla pratica vocale. Partecipa quindi a numerosi corsi di specializzazione sui generi, sulla direzione e sulle tecniche di emissione della voce: Acciai, Streito, Cortese, Donella, Marzilli, Baroffio, Albarosa, Graden, Malatesta, Mazza, Vacchi, Lanaro, Barboni-Yans i docenti incontrati. La collaborazione con le “Voci dalla Rocca” dà corpo inoltre all’esigenza di esprimere qualcosa di personale, di legato all’esperienza che sta vivendo. Nascono così le canzoni scritte per il coro, ispirate da fatti accaduti, da situazioni reali e non, da racconti e leggende della valle. Con una di queste “Autunno” vince il 1° Premio quale miglior brano inedito, alla terza edizione del Concorso Nazionale di Canto Popolare di Brentonico (TN) tenutasi nel giugno del 1996.
Dal 1987 al 1989 è membro del Comitato scientifico dell’Università Popolare di Vallecamonica per conto della quale tiene un ciclo di “lezioni concerto” avvalendosi della collaborazione di musicisti e ensemble vocali e strumentali camuni.
Nel 1988 supera a pieni voti l’esame finale dei Corsi Speciali per insegnanti di Ed. Musicale.
Nel 1989 consegue l’abilitazione, vince il concorso a cattedra e diviene insegnante di ruolo presso la Scuola Media.
Nel biennio 1991/1992 organizza l’attività musicale della Biblioteca Civica di Cividate Camuno (BS), realizzando un ciclo di “lezioni concerto”, sempre avvalendosi della collaborazione di musicisti e ensemble vocali e strumentali camuni, con particolare riferimento all’incidenza delle nuove tecnologie nel mondo musicale contemporaneo, argomento che lo coinvolge in modo particolare considerata l’attività di strumentista e di compositore. Tiene anche corsi di strumento (flauto dolce e chitarra) per gli alunni della scuola dell’obbligo. Sempre nel 1992 fonda a Breno, in collaborazione con il parroco don Tino Clementi il coro di voci bianche “Coro Arcobaleno”.
Nel 1995 entra a far parte del comitato per il restauro dell’organo della Chiesa parrocchiale di Breno con l’incarico di supervisore dei lavori.
Dal 1999 al 2001 coordina e dirige le attività del LABORATORIO MUSICALE presso il Liceo “Camillo Golgi” di Breno.
Nell’aprile del 2000 insieme al coro Voci dalla Rocca inizia la collaborazione, che prosegue tuttora, con “Crucifixus – Festival di Primavera” importante rassegna teatrale annuale sul tema della “Passione” e sul teatro del Sacro. Per questa manifestazione compone brani con i quali le “Voci” fanno da colonna sonora vivente in numerosi spettacoli, collaborando con attori e registi tra cui Pamela Villoresi, Silvio Castiglioni, Gabriele Vacis, Francesco Migliaccio, Viola Pornaro, Sara Poli, Alessandro Mor, Mariano Dammacco, Sergio Maschera.
Dal 2001 per Università 2000 tiene regolarmente conferenze e lezioni concerto sulla Musica Sacra, sui rapporti tra musica e liturgia, sui legami e sulle problematiche che nel corso del tempo hanno caratterizzato il rapporto tra l’espressione della fede e l’arte musicale.
Dal 2004 collabora con le Serve del Sacro Cuore di Gesù, le Suore Messicane, per la realizzazione del progetto “Festa Festa” dove si occupa della parte musicale.
Dal 2007 e responsabile del Dipartimento Musica dell’Accademia “Tutti in famiglia” che diventerà presto Accademia “Arte e Vita”.